Sono organizzate e gestite dal Comitato Olimpico per le Olimpiadi di informatica nazionali e internazionali, che comprende rappresentanti del Miur, di AICA (Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico) (co-finanziatore delle Olimpiadi), di istituti secondari di secondo grado e di università.

L'evento assume particolare significato in quanto costituisce occasione per far emergere e valorizzare le "eccellenze" esistenti nella scuola italiana

Le Olimpiadi di informatica si articolano in quattro fasi:

  • selezione scolastica, si svolge a novembre/dicembre in ciascuna delle scuole iscritte alla competizione; le prove somministrate ai partecipanti sono elaborate a livello nazionale dall’organizzazione e trasmesse telematicamente alle sedi delle gare;
  • selezione territoriale, si svolge intorno ad aprile in circa 38 sedi in tutta Italia. La prova prevede la risoluzione di problemi tramite un apposito software; la correzione viene fatta a livello centrale dall’organizzazione;
  • selezione nazionale, le cosiddette Olimpiadi italiane di informatica, si svolge in autunno in una sede diversa ogni anno, coinvolgendo i migliori 80/90 studenti delle selezioni territoriali, in totale circa 20.000 studenti. Vengono organizzate attività di formazione, sia on line che in presenza, che durano circa 8/9 mesi, condotte da docenti, laureandi, dottorandi e ricercatori universitari, per i primi 20 studenti classificati nella fase nazionale (che vengono denominati Probabili Olimpici), volta a selezionare 4 studenti che rappresenteranno l’Italia alle Olimpiadi Internazionali di informatica.
  • Olimpiade internazionale di informatica, all’estero, presso la sede stabilita dall’International Board.

Al link il sito delle Olimpiadi di Informatica >>